top of page
  • Simone Leotta

IBRIDO: Facciamo chiarezza.

Aggiornamento: 3 mag 2021

Quanto spesso sentiamo la parola "Hybrid"?

Tantissimo! Le pubblicità sui giornali, in TV, gli articoli di tendenza parlano di un mercato indirizzato verso un mondo elettrificato.

Si fa presto a dire " guido un auto ibrida", ma di cosa realmente parliamo?

Il nostro obiettivo è quello di informare i lettori, clienti e futuri clienti nel comprendere quali sono le principali differenze tra le tipologie di ibrido.

Può capitare che, alcuni costruttori automobilistici, categorizzano i propri veicoli come Hybrid, creando un aspettativa nel cliente differente rispetto alla realtà.

Il trend è in costante crescita come dimostrano i dati di mercato.


IlSole24ore scrive:

"A fine 2020 le vendite di auto elettriche pure e di ibride plug-in sono aumentate del 147% rispetto al 2019, passando da 575.000 unità a 1,42 milioni di unità. Nonostante le turbolenze causate dalla diffusione del Covid-19, l’anno scorso i veicoli elettrici sono più che raddoppiati. Un risultato migliore di quanto forse previsto visto che hanno rappresentato il 12% di tutte le nuove autovetture immatricolate nel 2020. Si tratta di un risultato significativo considerando la loro media prezzi più alta e l'offerta ridotta rispetto a benzina e diesel di lunga data veicoli. Merito anche degli incentivi che i governi europei hanno messo a disposizione per i modelli a batteria."


Quali sono quindi le varie tipologie di ibrido? Le elenchiamo di seguito e le andremo ad analizzare singolarmente nel dettaglio.





- MILD HYBRID:

Conosciuto anche come "Ibrido leggero" con le denominazioni MHEV (Mild Hybrid Electric Vehicle) può avere potenze da 12V e 48V.Questo sistema di (micro)elettrificazione, è quello maggiormente utilizzato dalle case costruttrici per far fronte ai sempre più rigidi cicli di omologazione relativo alle emissioni WLTP. Esso permette di abbattere le emissioni in questo ciclo programmato di valutazione, cosi da rendere vendibili e non impattanti i veicoli nuovi.

Nell'effettiva pratica, non aspettatevi un auto elettrica!

Si tratta di un piccolo motorino ( di piccole dimensioni) che permette al veicolo di fornire una spunta aggiuntiva in fase di partenza, ed un recupero di energia in fase di frenata. Questa energia viene conservata negli accumulatori per alimentare i sistemi elettrici di bordo ( clima, radio etc) durante i ripetuti start&stop del veicolo in percorso cittadino, evitando cosi al motore principale di riavviarsi diverse volte.


- FULL HYBRID

Conosciute anche con la denominazione HEV (Hybrid Electric Vehicle), questa tecnologia si può ufficialmente ritenere all'altezza delle aspettative.

Riteniamo che per chi percorre percorsi misti, e principalmente urbani / extraurbani, è un ottima soluzione per avvicinarsi al mondo "elettrificato" che ci aspetta. Qui non abbiamo l'ansia da colonnina, nessun cavo di ricarica è necessario e ci troviamo di fronte ad un ibrido "intelligente".

L'unita termica e quella elettrica funzionano in maniera combinata a seconda del tipo di utilizzo/strada che si sta percorrendo, il veicolo gestisce in maniera autonoma quando e come andare in modalità elettrica.

L'unita elettrica rimane il fulcro centrale dei veicoli HEV, il motore termico ha spesso il compito di fornire l'energia sufficiente per far funzionare il veicolo in modalità elettrica il più possibile.


- PLUG -IN HYBRID

Conosciuti anche con la denominazione PHEV (Plug-in Hybrid Electric Vehicle) Questi veicoli sono i più vicini ad un "100% elettrico", spesso si trovano su veicoli con valore superiori a 30.000€ e permettono di percorrere, mediamente, da 40 fino a 100km in modalità 100% elettrica. Possono anche essere utilizzati con tecnologia Full Hybrid, combinando le potenze di entrambi i motori e permettendo al conducente di avere una guida sostenibile e diversificata.

I motori dei veicoli PHEV necessitano di essere ricaricati tramite una Wallbox / Colonnina di ricarica con un tempo di ricarica molto rapido e limitato.

Il grande vantaggio è che molte persone, per il tragitto casa - ufficio - commissioni possono spesso percorrerlo in modalità 100% elettrica, andando quindi ad abbattere sensibilmente i costi di gestione e utilizzo del veicolo.

E' sufficiente tornare a casa la sera, attaccare la presa ed il giorno successivo godersi il 100% di ricarica.L'offerta di questi veicoli sul mercato è sempre più ricca e le richieste sono sempre più frequenti.



Qual'è il veicolo ibrido corretto per le tue esigenze?

Contattaci per una consulenza gratuita, saremmo lieti di ascoltare le tue esigenze e consigliarti il veicolo idoneo alle migliori condizioni.


Se ti è piaciuto questo articolo, lascia un like e condividilo con la tua community!


Il team Leotta Motors


147 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page